Cinema en Letteratura

Tema del corso: La città, un`invenzione per i nostri sogni e i nostri incubi.

Il primo libro sarà  “Le città invisibili” di I.Calvino: un affascinante elenco/racconto di  innumerevoli e  peculiari città, un’ode all’idea di città, alle  molteplici soluzioni di un unica grande idea che da sempre affascina e intriga gli uomini. Il film Il sacro GRA, liberamente ispirato  al libro di Calvino, ci portera` intorno all’Urbe, la città servita da modello alle sue innumerevoli copie sparse per tutto il mondo. Il sacro GRA (non il sacro Graal !) e` il Grande Raccordo Anulare di Roma. Il film-documentario, vincitore del Leone d’oro a Venezia, mostra personaggi e storie che ruotano intorno al grande raccordo.

Grazie al libro e film successivi entreremo dentro l’anello e faremo conoscenza ravvicinata con Roma. Con una guida speciale, Pier Paolo Pasolini: lo scrittore e regista ,proveniente dalla lontana provincia  (era friulano), vi approdo`divenendo il cantore della  Roma delle Borgate. Le borgate, tipicamente romane, nacquero come quartieri fuori dal centro per ospitare gli sfollati dopo “gli sventramenti” del centro storico voluti dal Fascismo. In seguito si ingrandirono in modo disorganizzato e selvaggio con l’arrivo di sfollati e nuovi arrivati dalla campagna. I protagonisti di “Ragazzi di Vita” e “Accattone”ci porteranno vicino alle esperienze e agli spazi del sottoproletariato romano.  Il libro procurò a Pasolini un processo per  pornografia. Anche la lingua usata , dura e diretta,  drammaticamente vicina a quella parlata dai suoi protagonisti, fu oggetto di molte critiche. 

Con il film “La dolce Vita”di G. Fellini lo sguardo sulla città si amplia , spaziando dalle storiche vie strette del centro alle grandi passerelle lungo i caffe`, dai condomini in mezzo alla campagna alle ville e villette fuori porta. Molti dei personaggi sono “romani” di recente adozione, attratti dal miraggio di successo e denaro della grande metropoli.

“La vita agra”di.Luciano Bianciardi ci porta a Milano, la grande città del nord.  E`la storia di un trasferimento, dalla provincia alla città, di un impiegato. Il suo  iniziale proposito di ribellione, (vuole abbattere il grattacielo,  simbolo del potere aziendale e, dai tempi della torre di Babele, della metropoli). si affievolisce pian piano, mentre il mondo della citta`con le  sue possibilità lo fagocita e irretisce.  Confrontandosi con il collega- amico rimasto in provincia,il protagonista  si scoprira`profondamente cambiato. Il film omonimo di Carlo Lizzani ci  mostra una Milano in pieno boom economico e viene visto dalla critica come un capolavoro della “pop art” cinematografica italiana.

 La nostra ultima lettura, “Marcovaldo, le stagioni in città” di  Italo Calvino ci introduce a un  elemento troppo spesso trascurato nel paesaggio urbano, la Natura. Gli  occhi del   protagonista, poco interessati  ai segnali del paesaggio urbano  (semafori, insegne, cartelli ..) sono invece attentissimi ai segni della natura e ai suoi cicli, soffocati ma non scomparsi nel mondo di cemento e asfalto della città. Dal libro e`stata tratta una serie televisiva, con la regia di G. Bennati, di cui vedremo alcuni episodi.

Libri
Le città invisibili di Italo Calvino 1972 ed. Oscar Mondadori
Ragazzi di vita  di Pier Paolo Pasolini 1955 ed.Garzanti
La vita agra di Luciano Bianciardi 1962 ed.Feltrinelli
Marcovaldo ovvero Le stagioni in città
1963 ed .Oscar Mondadori.

Films
Il sacro GRA regia di Gianfranco Rosi 2013
Accattone
regia di P.P.Pasolini 1961
La dolce vita
regia di F.Fellini 1960
La vita agra
regia di A.Lizzani 1964
Marcovaldo
regia di G,Bennati 1970

 

Informatie Overzicht